STRUTTURE ANATOMICHE

Menisco

Cartilagine

Legamenti Crociati

Rotula

Tendini

 

PATOLOGIE FREQUENTI

Rottura del Menisco

Rottura del Crociato

Lesione della Cartilagine

Artrosi

Dolore alla Rotula

Tendinopatie

 

TERAPIE

Terapia Infiltrativa

Artroscopia - Chirurgia

Protocolli Riabilitativi

 


Terapia Infiltrativa

La terapia infiltrativa al ginocchio può essere distinta in intra-articolare ed extra-articolare. Nel primo caso lo scopo e quello di introdurre direttamente delle sostanze antiinfiammatorie, lubrificanti o fattori di crescita nell'articolazione del ginocchio; nel secondo caso sostanze antiinfiammatorie o fattori di crescita vengono somministrati, ad esempio, all'interno di un tendine infiammato o in prossimità di una cisti parameniscale.

 

Cortisonici

Le infiltrazioni con cortisonici hanno un grande effetto antiinfiammatorio e antidolorifico. Venivano usate in passato con molta libertà in ogni situazione dolorosa o infiammatoria del ginocchio. Da studi recenti però si è evidenziato l'effetto nocivo che il cortisone può determinare sulla cartilagine articolare e ancor più l'effetto di indebolimento che questo può provocare sulle strutture tendinee. Inoltre, controindicazioni relative all'utilizzo del cortisone sono il glaucoma, ipertensione arteriosa, diabete mellito e gatropatie.

Queste caratteristiche sfavorevoli hanno portato a riservare l'uso del cortisone ai pazienti anziani o in caso di infiamazioni particolarmente resistenti, cercando comunque di limitare il numero totale delle infiltrazioni e la frequenza di utilizzo.

Occorre comunque sottolineare che nonostante alcuni lati negativi le infiltrazioni con cortisone rimangono altamente efficaci e talvolta costituiscono un'opzione terapeutica irrinunciabile.

 

Acido Ialuronico

Le infiltrazioni con acido ialuronico sono state introdotte negli ultimi anni sul mercato. L'acido ialuronico è un componente fondamentale della cartilagine articolare e ha la capacità di legare molte molecole di acqua fungendo da lubrificante.

Le infiltrazioni con acido ialuronico, grazie alla viscosità del fluido iniettato, hanno infatti un elevato effetto lubrificante ed un discreto effetto antiinfiammatorio ed analgesico. L'acido ialuronico non è nocivo per i componenti articolari (è se mai protettivo) e non ha controindicazioni particolari. Si effettuano normalmente cicli di 3-5 infiltrazioni distanziate di 7-15 giorni. Esistono composti di acido ialuronico detti "ad alto peso molecolare" che degradano più lentamente e richiedono una sola somministrazione semestrale o annuale.

 

Fattori di Crescita

La miscela di fattori di crescita più comunemente iniettata si chiama in termini anglosassini "Platelet Rich Plama" (PRP) e viene detta volgarmente "Pappa Piastrinica". Questa è una sostanza derivata da un lisato piastrinico autologo (lo stesso paziente funge da donatore) che contiene concentrazioni variabili di diversi fattori di crescita. Il paziente si sottopone ad un prelievo di alcune centinaia di cc di sangue, dal quale vengono estratte e lavorate le piastrine autologhe.

Vari studi hanno dimostrato che la PRP possiede un effetto analgesioco sovrapponibile a quello dell'acido ialuronico. Studi a lungo termine sono ancora in corso, ma sembra che la PRP sia più efficace nei pazienti giovani piuttosto che negli anziani. Alcun studi indicano come la PRP possa coadiuvare la rigenerazione cartilaginea, ma si attendono risultati a lungo termine. Come per l'acido ialuronico si effettuano cicli di 3-5 infiltrazioni distanziate tra loro di 7-15 giorni. 

 

Effetti Indesiderati: Come ogni procedura invasiva anche le infiltrazioni possono avere effetti indesiderati. I due principali (entrambi molto rari) sono l'anafilassi (violenta reazione allergica alle sostanze infiltrate) e l'infezione. Tali complicanze vanno discusse con il Medico prima della procedura.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© 2012 - Tutti i diritti riservati. Le informazioni diffuse dal sito non devono sostituirsi alle indicazioni dei professionisti della salute che hanno in cura il lettore.